Raimondo del Balzo

2° Conte di Soleto (1428 circa – 24-12-1491)

Raimondo nasce verso il 1303 ed è sicuramente una delle figure più importanti della Famiglia del Balzo. La sua giovinezza la trascorre nel Regno, frequentando la Corte Napoletana e facendosi apprezzare per le sue capacità e le sue doti.

Allontanatasi la minaccia Aragonese dal Regno, un nuovo pericolo si profila all’orizzonte: la discesa in Italia del nuovo Imperatore, Ludovico il Bavaro, il quale, il 17-3-1325, stringerà alleanza con il Re di Sicilia, Federico II d’Aragona creando in questo modo una situazione ‘a tenaglia’.

Nel tentativo di spezzare questa morsa, il 18-6-1324 il Re ordina a tutti i Baroni e Cavalieri del Regno, in previsione di un attacco da portare in Sicilia contro l’Aragonese, di recarsi in Calabria. A Raimondo viene ordinato di recarvisi con 15 Cavalieri armati a sue spese. Le forze colà radunate, comprendevano 114 navi sulle quali erano trasportati oltre 3.000 uomini posti sotto il comando del Duca di Calabria. Questi, una volta sbarcato, pone immediatamente l’assedio a Palermo; ma le operazioni verranno interrotte e le navi rientreranno il 30 agosto a Napoli.

Per ulteriori informazioni consultare il pdf.